CAMERINO. Il jazz italiano per le terre del sisma

Quest’anno la manifestazione tocca le 4 regioni colpite dal devastante terremoto e la città di Camerino è onorata di ospitare l’unica data marchigiana il 1° di Settembre 2017.

Uno dei nostri monumenti più belli, la Rocca di Borgesca, sarà invaso dalla musica jazz dal pomeriggio fino a sera.

La città di Camerino vanta una storia importante per ciò che riguarda la cultura e la musica. In particolare per il jazz la Città di Camerino, grazie alle attività di MusiCamDo Jazz / TAM Tutta un’Altra Musica e del Premio Internazionale Massimo Urbani è sede da anni di eventi di grande rilevanza culturale e turistica.

Oggi è il cuore della città, il centro storico, è chiuso, attanagliato nella zona rossa così come il meraviglioso Teatro Filippo Marchetti che ha sempre ospitato innumerevoli spettacoli e concerti.

L’evento del 1° settembre voluto fortemente dall’amministrazione comunale di Camerino, MusiCamDo Jazz e TAM Tutta un’Altra Musica è di buon auspicio per la Città che vuole in tutti i modi ripartire e tornare alla normalità.

Un ringraziamento va innanzitutto alla generosità dei musicisti, già apprezzati in molte altre occasioni, come atto d’amore verso la nostra Città e la nostra gente. Infine il ringraziamento va agli organizzatori, l’Associazione dei Festival Jazz Italiani i-Jazz, l’importantissimo sostegno del MIBACT, MusiCamDo Jazz e TAM Tutta un’Altra Musica per la consueta tenacia, forza e passione.

Gianluca Pasqui

Sindaco di Camerino


manifesto

 

Clicca per ingrandire il programma

depliant 1 settembre fronte