Macerata, 2 Luglio 2011, ore 21.30

Colours Jazz Orchestra

– Quando m’innamoro in jazz –

  • Sassofoni: Simone La Maida, Maurizio Moscatelli, Filippo Sebastianelli, Enrico Benvenuti, Marco Postacchini
  • Trombe: Giorgio Caselli, Gigi Faggi, Giacomo Uncini, Samuele Garofoli, Luca Giardini
  • Tromboni: Carlo Piermartire, Luca Pernici, Andrea Angeloni, Pierluigi Bastioli, Rosario Liberati
  • Pianoforte: Emilio Marinelli
  • Chitarra: Luca Pecchia
  • Contrabbasso: Gabriele Pesaresi
  • Batteria: Massimo Manzi

Macerata (MC) P.zza della Libertà, ore 21.30
INGRESSO LIBERO
.
.
.
.
.


Biografia

La Colours Jazz Orchestra nasce nel 2002 da un’idea di Massimo Morganti, trombonista, compositore e direttore, che riesce a coinvolgere nel progetto i migliori musicisti marchigiani.

Con l’obiettivo di proporre sonorità contemporanee ed innovative, il repertorio dell’orchestra da subito si concentra sulle musiche di Maria Schneider, giovane compositrice americana e figura di riferimento della scena musicale di New York, allieva di Bob Brookmeyer e assistente di Gil Evans; viene presentato un approfondito lavoro che si concentra sul suo disco “Evanescence”.

Successivamente il repertorio si arricchisce con le composizioni di Kenny Wheeler, straordinario trombettista e compositore canadese, con il quale l’orchestra collabora stabilmente dal 2003 e con il quale ha partecipato ad alcuni dei più importanti festivals musicali italiani (Prato, Verona, Bertinoro, Modena, Gubbio, Fano, Ancona) presentando, oltre alla celeberrima “Sweet Time Suite” del disco “Music for large and small ensamble” (eseguita anche con John Taylor al pianoforte), composizioni recenti come la “Suite 2005” in prima esecuzione italiana ed arrangiamenti di celebri brani come “The man i love” e “I should care” in prima esecuzione assoluta.

Nel marzo 2008 incontra Ayn Inserto, giovanissima compositrice americana della scena di Boston attraverso un workshop di composizione e un concerto al teatro La Fenice di Senigallia.

Nel giugno 2009 il primo importante lavoro in studio “Nineteen plus one” (edito da ASTARTE e EGEA) con Kenny Wheeler in veste di solista e compositore. Disco che ha riscosso in breve tempo un notevole successo di critica in italia e all’estero (da menzionare le 4 stelle date al disco dalla rivista musicale inglese del Guardian).

Nell’inverno 2009-2010 l’incontro con l’autore ligure Roberto Livraghi (firma di celebri brani degli anni ’70 come Quando m’innamoro e Coriandoli) e l’incisione di un disco di suoi brani arrangianti appositamente per l’Orchestra, la cui presentazione avverrà all’interno del prossimo Fano Jazz by the Sea.

Nel luglio 2010, in occasione  del  festival Ancona Jazz, l’ orchestra ha avuto l’ onore di essere diretta da Bob Brookmeyer, trombonista e compositore  di fama mondiale, vera e propria leggenda del jazz internazionale,  in un concerto che si tenutosi  alla Mole Vanvitelliana.

La formazione dell’orchestra comprende 5 sax, 4 trombe, 4 tromboni e ritmica (chitarra, pianoforte, contrabbasso, batteria) con l’aggiunta del trombone del direttore Massimo Morganti, giovane solista emergente in Italia; tra le file dell’orchestra oltre a validi jazzisti attivi da anni sono presenti giovani musicisti emergenti a livello nazionale: